4 comments

  1. Ugo says:

    Dopo Morrissey pure De Andrè??? Ma fossi poco poco comunista e ricchione cumbà? Ahahahaahah….

    Cmq preferisco Via del Campo, questa non la conoscevo è troppo lunga e lagnosa e non ce l’ho fatta a sentire fino alla fine. 🙁

  2. luigi says:

    lunga? lagnosa? ma a parte quella della tazzulella e cafè ce ne stà una che non ti fa scendere il latte alle ginocchia?

    La musica come le arti in genere sono di chi le apprezza senza starsela a menare troppo sulla propria esposizione politica culturale o sessuale.

    Il concetto che l’egemonia culturale appartenga a qualcosa di necessariamente comunista mi fa scendere un’altra cosa rispetto all’innocuo latte alle ginocchia del cantautore genovese.

    Stat’v bbuon

  3. Ugo says:

    “…dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior…”
    Questa è una che avevo già citato, Bocca di Rosa è tutto fuorchè lagnosa, e come saprai era la sua preferita.
    Ma i gusti son gusti…
    A Giuseppe mi sono rivolto in tono scherzoso, quel “comunista” era detto alla “berlusconi”.
    Al limite De Andrè era anarchico, ed hai perfettamente ragione sulla musica e sulle arti in genere.
    Pensa che io trovo bello lo stile degli ultras veronesi, da sempre, mi piace la loro coerenza e intransigenza, anche se ho idee politiche diversissime…
    Ogni tanto canto “me ne frego…” da solo, così, perchè mi piace, se non penso alle parole, almeno non a tutte.
    Può piacermi il ritmo delle canzoni suonate dal fondatore di Casa Pound, ma non diventerà mai un gruppo che vorrò ascoltare o elogiare, perchè sono troppo in disaccordo con i testi.
    Potrà anche fare un capolavoro musicale quello degli uccellini che fanno ooooo… ma non potrà mai piacermi una canzone con quel titolo, e lo dico ora senza averla ascoltata.
    Non sono comunista, ma Bandiera Rossa è bella come “me ne frego”, in discussione non è il valore artistico di De Andrè o degli Smiths; è vero, possono e anzi per me devono piacere a chiunque, salvo poi sorprendermi quando piacciono anche a chi ha idee opposte alle loro, di cui sono intrise però le loro opere artistiche. Se uno odia i gay mi sorpende se ascolta gli Immagination o i Culture Club, non mi sorpende se gli piacciono i Queen, perchè dipende appunto da quanto espongono le loro idee politiche o sessuali gli artisti nelle loro opere.
    Infine l’egemonia di cui parli, della sinistra più che comunista, è vero che è solo un luogo comune ma che attinge a ragioni storiche un pò come per il discorso parità uomo/donna; nessuno oggi sostiene che la donna è meno capace ma di fatto sono ancora una esigua minoranza nei posti di potere, e io non sostengo che sia più artista uno di sinistra così come non ritengo più intelligente un uomo di una donna, ma di fatto i Sex Pistols non possono essere un mito per chi è di destra così come non lo può essere John Lennon che incita l’uomo a vivere per il quotidiano, senza preoccuparsi di paradisi…
    Può piacerti Imagine, e mi sembrerebbe strano il contrario ma se lo usi come tuo manifesto allora non puoi essere un fascista, quantomeno mi sorprende se lo fai.
    Scusa la lungaggine Luigi, ma le cose a volte sono più complesse della necessità di essere sintetici e così decisi e aggressivi nelle opinioni. Non esiste solo il bianco e il nero, ma infinite tonalità di grigio nel mezzo.

  4. luigi says:

    le tue argomentazioni meritano rispetto perchè ragionate, ma non mi convincono, nè minimamente fanno modificare le mie opinioni rispetto alla ciurmaglia simil fighetta del pd.
    Ritengo che le passioni di un uomo (la politica, lo sport, le arti) possano essere intese come compartimenti stagni, perchè appunto al cuor (ergo alla passione non si comanda).

    Non ho mai avuto vergogna di nascondere i cd degli almamegretta o dei 99posse eppure in camera mia c’è il faccione del Duce.

    Sono sempre stato attratto dagli opposti e dagli estremi (da buon nietzschiano) il grigio non mi ha mai riguardato.

    Ma per carità io son soddisfatto già nel sapere che c’è ancora qualcuno che discute e magari si infervora su temi che non siano solo la super tettona del Grande Fratello o l’ultimo goal di Totti!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *