Il cammino

http://www.ermes.net/images/trekking_wideweb__430x426.jpg

«Il cammino», scrive Junger, «è più importante della meta, nel senso che esso la contiene in ogni istante, soprattutto in quello della morte». In esso è significativo ogni tratto, è il cammino il compito di ogni persona. «La meta è sempre possibile, sempre e dappertutto; il viandante la porta con sé, come il suo orologio. E se il cammino è pensato come una passione, egli si porta la sua croce fin dal principio. Nessuno muore prima di aver realizzato il proprio compito». Solo coloro i quali pensano di aver vissuto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *