C’era una volta l’architettura

One comment

  1. vanesa says:

    C’è l’influenza futuristica sull’architettura fascista?

    Il Futurismo sua ideologica si sedette in primo luogo, senza sviluppare una proposta pittorica concrete. E ‘stato il primo movimento d’arte che proporre il manifesto come base ideologica e sussistenza dell suo arte.

    Marinetti, insieme con alcuni dei suoi concittadini del secolo, ha sollevato la bandiera del fascismo, influenzato dalle idee di Super uomo di Nietzsche e il darwinismo sociale. Ironia della sorte, l’Italia sopporterà il peso a quel tempo di una grande tradizione artistica e culturale che soffocava ogni nuovo sviluppo, mentre il resto d’Europa si è vantato progresso di avanguardia scientifica e artistica.

    I futuristi, che in un primo momento voleva distruggere le glorie del passato e le chiese di cui, allora il processo pragmatización coppia di fascismo, un sistema collegato al patriottismo e conservatore, per alcuni aspetti, se non nella loro socio-elementi economici, almeno nei suoi valori di gerarchia e autorità.

    Rappresentano la sfumatura libertario estetica dei fascisti originale.
    L’anti-borghese, lo spirito era comune al Futurismo e fascismo.
    Il fascismo non perseguitare la avant-garde, ma piuttosto li hanno utilizzati come ad esempio Roma, piani di sviluppo urbano sono fiduciosi Marcello Piacentini, teorico audace del avant-garde dell’architettura razionalista di quello tempo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *