Uno sputo nel piatto

(…) Questo mondo non mi piace. Decisamente non lo amo. La società in cui vivo mi disgusta; la pubblicità mi nausea; l’informazione mi fa vomitare. (…) L’arrivo a Parigi, sempre così lugubre. Gli edifici fatiscenti del ponte Cardinet, che uno immagina nascondere pensionati agonizzanti dietro il loro micio Pouchette che divora metà della loro pensione a furia di crocchette Friskies. Quella specie di strutture metalliche che si ingroppano sino all’indecenza per formare una rete di sospensioni catenarie. E la pubblicità che torna, inevitabile, ripugnante e variopinta. “Un allegro e mutevole spettacolo sui muri della tua città.” Stronzate. Stronzate di merda. (M.Houellebecq)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *